GE Elvis Presley  
 

Vai Indietro   Grazie Elvis Forum > Elvis Presley > Elvis Presley and The U.S.A.

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #71  
Vecchio 29-05-2010, 12:59
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Memphis...

Quote:
Lisa Visualizza Messaggio





Questa foto, invece, mette tristezza....La RCA aveva installato lo studio di registrazione nella jungle room perchè Elvis potesse incidere.... Meno di un anno dopo, Elvis non c'era più...

LISA
Questo è il motivo per cui ho postato la foto.
Rispondi Citando
  #72  
Vecchio 30-05-2010, 21:45
L'avatar di  Lisa
Lisa Lisa Non in Linea
Amministratrice
Site Admin
 
Data Registrazione: 10 2004
Locazione: italia
Messaggi: 11.472
Predefinito Re: Memphis...

OVERTON PARK:

Overton Park è un parco pubblico di Memphis, della grandezza di 342 acri.
Sul terreno del parco si trovano, tra gli altri, il "Memphis Brooks Museum of Art", il "Memphis Zoo", il "Memphis College of Art".
La "Old Forest Arboretum of Overton Park" è una delle poche zone boschive rimaste nel Tennessee.

Il parco è stato disegnato dall'architetto George Kessler come parte di un piano che prevedeva anche il M.L King Riverside Park e il Memphis Parkway System.
Il piano di costruzione iniziò nel 1901 e terminò nel 1906. Il nome OVERTON gli fu dato in onore a John Overton, co-fondatore di Memphis.

Tra il 1960 e il 1970 Overton Park è stato oggetto di controversie, quando si volevano demolire 26 acri dei 342 totali, per costruire la Interstate Highway 40, facendola passare attraverso il parco, per agevolare gli spostamenti dei cittadini da un parte all'altra della città.
Molti residenti si riunirono, formando il gruppo chiamato "Citizen To Preserve Overton Park" e portarono la questione in tribunale, vincendo la causa.

Elvis Presley si esibì per la prima volta all'Overton Park il 30 Luglio 1954, nello Shell Theatre, costruito nel 1936 dalla città di Memphis e dalla Work Progress Administration.
Lo Shell è stato disegnato dall'architetto Max Furbringer e la sua forma si rifà a strutture simili già presenti a Chicago, New York e St. Louis. Quello di Memphis è uno dei pochi rimasti.

Elvis iniziò la sua esibizione con "That's All Right Mama". Era nervosissimo e dimenava le gambe sulla punta dei piedi. Rimase scioccato vedendo le ragazze impazzire, urlare e applaudire. Non riusciva a spiegarsi a cosa fossero dovute tutte quelle urla e quelle gesta di follia collettiva.
Scotty Moore ricorda che:
"Non sapevamo cosa stava succedendo quando tutte quelle persone iniziarono ad urlare".
Poi cantarono "Blue Moon Of Kentucky".
Quando Elvis se ne andò dal palco, chiese nel backstage come mai le persone urlavano in quel modo. Gli venne detto che le urla erano la risposta al suo dimenarsi in quel modo sul palco.

Elvis si esibì anche l'anno seguente allo Shell di Overton Park, in occasione dell'ottava edizione del "Country Music Jamboree", insieme a tanti altri artisti del momento.






Notate il nome di Elvis, scritto in modo errato, sulla locandina: ELLIS PRESLEY!



Elvis nel backstage dello spettacolo del 30 Luglio 1954.




Elvis nel backstage dello spettacolo dell'anno successivo: 05 Agosto 1955.



Elvis e Carl Perkins all'Overton Park. Era il 1 Giugno 1956. Elvis, in quell'occasione, fece un'apparizione a sorpresa, ma non si esibì.






Queste sono 2 immagini del murales che si trova all'interno dello Shell Theatre di Overton Park.

LISA
__________________
Grazie Elvis Official Fan Club
Officially Recognized by Elvis Presley Enterprises, Inc.

www.ShopElvis.it
Il negozio online del nostro Fan Club!

Unisciti a noi anche su Facebook!!!
http://www.facebook.com/pages/Grazie...2474753?v=wall


Rispondi Citando
  #73  
Vecchio 31-05-2010, 06:33
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Memphis...

Oggi, pur se il parco di chiama sempre OVERTON PARK, l'area dove si tengono gli spettacoli si chiama LEVITT SHELL ed è così





Come si può vedere sono stati tolti i posti a sedere che, ai tempi di Elvis erano sotto il palco.
Ora lo spazio è libero e, durante gli spettacoli, il pubblico si siete direttamente sull'erba o sulle panchine in fondo.



Rispondi Citando
  #74  
Vecchio 31-05-2010, 11:14
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Memphis...

Location: 3764 Elvis Presley Boulevard (Highway 51 South), Memphis, Tennessee

Area: 13.588 acrI (54,990 m2)

Costruita nel 1939

Architetto: Furbringer & Ehrman

Stile architettonico: Classical Revival


Aggiunta al NRHP (National Register of Historic Place): 7 Novembre 1991 con il nr. 91001585

(Il National Register of Historic Places è la lista ufficiale del Governo degli Stati Uniti dei distretti, luoghi, costruzioni,strutture e oggetti ritenuti degni di essere preservati.
Avere una proprietà registrata all National Register o inserita nel National Register Historic District, le dà diritto a ricevere incentivi e finanziamenti per il sostenimento delle spese necessarie a preservare la proprietà)

Riconosciuta NHL: 27 Marzo, 2006

(Il National Historic Landmark (NHL) è uno distretto, luogo, costruzione,struttura e oggetti che il Governo degli Stati Uniti ritiene essere di significato storico. All’
Degli 80.000 siti inseriti al National Register, solo circa 2.430 sono riconosciuti NHL, tra cui Graceland)


GRACELAND PRIMA DI ELVIS

articolo di Michael Lollar, dal Memphis Commercial Appeal di Giovedì, 8 Gennaio 2009

Ruth Cobb è una delle poche persone al di fuori della famiglia di Elvis Presley che ha potuto visitare il piano superiore di Graceland.
Avvenne prima che Graceland diventasse un’attrazione turistica e Cobb, che ci visse prima di Elvis, realizzò immediatamente che la sua camera da letto situata al piano superiore era diventata una music room.
Su invito della nonna di Elvis, laCobb la visitò la casa nel 1967 e successivamente la famiglia Presley decise di renderla un’attrazione turistica.
Charles e Ruth Cobb, che erano I residenti di Graceland mostrano una foto scattata nel 1950 del padre di Ruth, il chirurgo Thoms D. Moore nelle stalle di Graceland.



“Noi non avevamo una jungle room” racconta la signora Cobb e quella volta nella sala biliardo non c’erano nemmeno tessuti al soffitto”

Gli altri ritocchi aggiunti da Elvis attirano ben poco l’attenzione della Cobb, ma c’è un particolare che la colpisce “A Elvis non piacevano i candelabri che avevamo nella sala da pranzo e che provenivano da New Orleans. Però lui ci aveva messo alcune cose veramente appariscenti”

La Cobb, 82 anni e suo marito Cahrles Cobb, avvocato in pensione di 86 anni, si sposarono nel 1948. Lei era cresciuta a Graceland ed era figlia unica. Dopo il matrimonio con Charles Cobb, , per il periodo in cui Ruth girava il paese come arpista professionista di un’orchestra, rimasero a Graceland, insieme ai genitori di lei. Più tardi sarebbe diventata arpista della Memphis Symphony Orchestra, con cui rimase dal 1963 al 1973.

Suo padre, il Dr. Thomas Moore, era un noto chirurgo e urologo. Sua madre Ruth Brown Moore, faceva volontariato e amava le associazioni, tanto da diventare presidente della Tennessee Association of Garden Clubs.

Costruirono Graceland nel 1939, dandole il nome della prozia di Ruth, Grace Toof, che aveva lasciato la fattoria in eredità alla nonna di Ruth. La nonna divise i 529 acri (ca 214 ettari) in 3 parti, lasciandole ai suoi 3 figli, 2 dei quali vendettero la loro parte al padre di Ruth.

La casa su 20 acri (ca 8 ettari) divenne quello che Ruth definisce “una confortevole casa di campagna”. Quella stessa casa che per l’America sarebbe diventata familiare tanto quanto Tara, la casa di Scarlett O’Hara di “Via col Vento” , diventando anche rivale di Monticello (la casa di Thomas Jefferson), Mount Vernon e altre residenze che una volta erano case private e che oggi attirano i turisti.
Qui, il padre di Ruth le insegnò a sparare così bene che una volta con un colpo solo lei riuscì ad uccidere 3 oche. Le insegnò anche a pescare nel laghetto dietro casa.
Il suo vero amore, però, era la musica. Ruth suonava il pianoforte, ma amava anche l’arpa, fino a studiarla per poi andare in tour con uno degli arpisti più bravi al mondo, Carlos Salzedo.

La sua musica preferita era la musica classica, ma Ruth dice che in realtà amava tutta la musica, dal country fino alla musica di Elvis. “Non è che fossi unì appassionata della sua musica” racconta “ma mia madre era affascinata dalle sue canzoni”.
Quando sua madre decise che la proprietà era diventata ormai troppo grande per le sue esigenze, chiese a Ruth e Charles se avrebbero considerato l’idea di rimanerci.
“Noi non avevamo molto tempo per poterci dedicare ad una casa così grande” dice Charles “Ci volevano $ 1000 al mese per mantenerla. Solo in giardino richiedeva la stessa cura che richiede un campo di golf. Avevamo un giardiniere che lo curava e ci lavorava 2-3 volte alla settimana”.

Quando la proprietà venne messa in vendita, dice Ruth, c’erano 3 potenziali acquirenti: la Sears Roebuck Co., un privato che voleva farlo diventare un ristorante esclusivo ed Elvis. A quel punto la maggior parte della terra che circondava la casa era stata venduta ad agenti immobiliari per suddividerla e il lago dietro la casa venne drenato.
Ruth racconta che la Graceland Christian Church voleva acquistare 5 acri, nella zona nord.est della proprietà, ma la Sesra e il ristorante non intendevano rinunciare ai 5 acri per lasciarli alla chiesa. Al contrario Elvis si dimostrò ben felice di avere una chiesa accanto. Questo aiutò a chiudere la trattativa.
Fu così, nel 1957, Elvis la acquistò per $ 102.000.

Quando la chiesa Graceland Christian Church decise di spostarsi, la famiglia Presley riacquistò il terreno e la trasformò nella sede della Elvis Presley Enterprise.

Ruth e Charles costruirono la loro casa a Horn Lake, poi si trasferirono al Central Gardens e dopo essere andati in pensione si sono ritirati a Trezevant Manor.
Charles incontrò Elvis una sola volta e in occasione della definizione della vendita di Graceland, ma Ruth non lo incontrò mai.
E’ persino tornata a Graceland, con sua nipote, da turista e il commento che fa è “ Mi è piaciuto molto visitarla, ma non l’ho più sentita come la mia casa”










LA TRATTATIVA


Mrs. Virginia Grant, l’agente immobiliare che vendette Graceland ad Elvis, in seguito scrisse un pro memoria di come avvenne la trattativa.

Ecco un breve riassunto .

L’11 febbraio 1957, Mrs. Grant incontrò casualmente Gladys fuori uno dei principali negozi di Memphis, il Lowenstein’s East. Quando uscì dal negozio notò quella che definì “la più bella Cadillac rosa che io abbia mai visto”.
Dopo essersi resa conto che all’interno di “quel meraviglioso veicolo” era seduta Gladys, Mrs Grant picchiò sul vetro per attirare la sua attenzione e iniziarono a chiaccherare.
Gladys apprese che Mrs Grant era un agente immobiliare, quando questa le disse “Ho sentito che sareste interessati a trovare una bella fattoria” Gladys disse che non era vero, ma che in realtà stavano cercando un terreno con una casa grande, in qualsiasi zona fuori città.
Allora Mrs Grant segnalò che aveva a portata di mano un posto carino da 7 acri.
Ma poiché Gladys e Vernon (che in quel momento si trovava all’interno del negozio) a giorni sarebbero partiti per LA, per andare a trovare Elvis, ogni approfondimento venne rinviato al loro ritorno.

Durante la visita al posto (Mrs. Grant, Vernon e Gladys), la Grant notò che c’era solo un vago interesse e così sul suo blocco di appunti scrisse “Avevo fatto l’errore di far vedere loro la proprietà, dichiarando però un prezzo molto più basso rispetto quello che si aspettavano di spendere. Fortunatamente per me, mi resi conto subito del mio errore…..”
Gladys allora le chiese “Non hai niente da poterci proporre che abbia una casa in stile coloniale?”
Nonostante l’elenco di Graceland appartenesse ad un altro agente e Mrs Grant non fosse mai stata nella casa, disse “Certo, sulla Highway 51 South, non lontana da Whitehaven Plaza, c’è una bellissima proprietà di 13 acri”.
Gladys volle vedere la casa quello stesso giorno e le piacque subito, così come piacque a Vernon.
Alle 6 per pomeriggio Mrs. Grant aveva in mano la loro offerta, subordinata all’approvazione da parte di Elvis che non sarebbe andata oltre le 8 pm del lunedì successivo.
Il lunedì arrivò Elvis per darle un’occhiata per la prima volta, attraversando tutta Graceland in lungo e in largo.
Poi si sedette al pianoforte. Si alzò e disse “Indubbiamente questo posto necessita di parecchi lavori”. Il cuore di Mrs. Grant ebbe un sussulto. Ma poi Elvis continuò “Quando l’avrò fatta diventare come la voglio io, questa casa diventerà molto più bella di quella di Red Skelton”.
Il cuore di Mrs Grant salì alle stelle. Elvis era pronto a firmare e voleva concludere al più presto l’acquisto.
La notizia arrivò al Memphis Press Scimitar che per un’intera settimana ne parlò in prima pagina.
Ad un giornalista Elvis disse “Per la mia stanza voglio mettere il blu più scuro che c’è, con uno specchio che copra tutta una parete della stanza. Probabilmente farò la camera da letto nera con rifiniture in pelle bianca e con tappeti e coperte bianchi”. Disse anche che intendeva mettere in ogni stanza un ricevitore hi-fi e che voleva dipingere l’entrata in modo tale che sul soffitto sembrasse ci fosse un cielo con le nuvole e dozzine di lucette, in modo tale da sembrare le stelle.
Gladys commentò dicendo: “Penso che mi piacerà questa nuova casa”, mentre Vernon perplesso disse: “Già abbiamo dovuto ristrutturare l’altra casa e adesso dobbiamo ricominciare daccapo!!!”

Elvis fece anche notare che sul pavimento della zona bagni c’era scritto “Donne” e “Uomini” e ritenne che una delle cose di cui la casa necessitava era una piscina, da costruire nella zona a sud della casa con tanto di terrazza e portico davanti alla piscina.
Disse anche che voleva costruire un recinto in pietra alto 3 metri che circondasse la casa, dalla zona frontale fino a coprire tutti i lati della proprietà (il recinto avrebbe anche permesso a Gladys di tenere di nuovo le sue galline, oltre ad evitare anche che i fans si arrampicassero per scavalcarlo, senza strapparsi i vestiti).
Elvis notò anche che la casa era dotata di un ampio garage che poteva contenere le sue 4 macchine.
Elvis e i suoi genitori si trasferirono a Graceland nell’aprile del 1957.



UN PO’ DELLA STORIA DI GRACELAND


Graceland, fattoria da 529 acri, venne costruita durante la guerra civile (1861-1865) dall’editore Stephen C. Toof (proprietario del Memphis Daily Appeal).

Mr. Toof diede alla proprietà il nome della zia, Grace Toof Ruth Moore, nonché figlia dello stesso Stephen C. Toof,.
Nel 1939 Mrs Ruth Brown Moore e suo marito, Dr. Thomas D: Moore, vi costruì una casa Classisc Revival e aggiunse altre costruzioni annesse che appartenevano alla famiglia da quasi 100 anni.

I Moore ebbero una figlia che a 4 anni era già un prodigio della musica al piano e all’arpa.

Un’importante società di architetti, la Furbringer and Erhman, disegnò la casa, concependo una vetrina per il talento di Ruth Marie, progettando ampie stanze sulla zona frontale della casa, in modo tale che potesse essere aperta ad un pubblico di 500 persone per eventi musicali.

La casa era stata costruita in cima ad una collina, quasi al centro della proprietà, in mezzo ad un boschetto di querce. Sui prati davanti e dietro la casa pascolavano gli animali liberamente. Nella zona occidentale dava sul Mississippi River.

Sabato 17 marzo 1957, i genitori di Elvis chiamarono l’agente immobiliare Virginia Grant, con la quale si erano già incontrati in febbraio e quel giorno Mrs Grant mostrò loro due proprietà, lasciando Graceland per ultima. Alle 6 del pomeriggio la Grant accettò un deposito cauzionale dei Presley di 10.000 dollari e preparò un contratto preliminare, indicando le condizioni di vendita, a cui aggiunse il prezzo pattuito di $ 90.000.

Alle 10 del mattino di lunedì 19 marzo, un 22enne Elvis, accompagnato dai genitori, incontrò la Grant a Graceland. La proprietà, si estendeva su 12,8 acri e si trovava in una zona estremamente rurale di Whitehaven, a 10 miglia dal centro di Memphis.
La proprietà comprendeva un’ampia casa, una stalla e una zona pascolo.




Elvis ispezionò la casa e la inaugurò suonando al piano un po’ di Rock ‘n Roll. Elvis, Vernon e Gladys Presley firmarono il contratto di vendita e la data impressa sull’atto fu Martedì, 26 marzo, ore 4.30 p.m.




Elvis fu fortunato ad ottenere Graceland, visto che quando la vide lui, in realtà era già stata venduta alla YMCA per US$ 35.000, ma riuscì a farla sua grazie al considerevole aumento del prezzo.

L’acquisto venne definito con una combinazione di un deposito cauzionale di $ 10.000, più i 55.000 dollari ottenuti dalla vendita della casa di Audubone Drive e un mutuo di $ 37.500.
Quando era un giovane povero aveva detto spesso ai suoi genitori che un giorno sarebbe diventato ricco e avrebbe comprato per loro la casa più bella che c’era in città, dando fine così alla loro vita di sacrifici e tribolazioni.

E’ singolare la coincidenza che vuole che la casa sia passata da un talento musicale come lei ad un altro talento musicale come Elvis Aaron Presley.

La famiglia si trasferì a Graceland nell’aprile del 1957, Elvis, Gladys, Vernon e la nonna Minnie Mae Presley.

Da quel momento, Elvis e i suoi genitori definirono Graceland la loro casa.
Rispondi Citando
  #75  
Vecchio 31-05-2010, 11:15
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Memphis...

ALCUNE DELLE MODIFICHE ESTERNE APPORTATE DA ELVIS

Dopo l’acquisto della proprietà, i Presley apportarono diverse modifiche per l’ampliamento della casa, in base alle loro esigenze e gusti, tra cui un recinto in pietra che circonda tutta la proprietà, un cancello in ferro a tema musicale, una piscina, un’area per il racquetball e la famosa Jungle Room che è dotata di una cascata interna.


Una strada d’accesso curva, costeggiata da un basso marciapiede in calcestruzzo, illuminato da luci elettriche lungo tutto il percorso, porta al viale principale ai piedi della collina, formando un ampio circuito che passa davanti la casa, per poi riscendere giù dalla collina, verso la strada.

Dopo l’acquisto Elvis aggiunse alla casa altre costruzioni, strutture e accessori vari, tra cui alloggi per gli ospiti.

Nel corso degli anni, i vari interventi, hanno visto Graceland passare da 3.200 mq a circa 5.260 mq. Se ad Elvis piaceva decorare la casa, i suoi genitori si sbizzarrirono a dare il loro tocco personale con un orto e un pollaio.

A Graceland viveva anche la nonna paterna, Minnie Mae Presley, che sopravvisse al nipote, al figlio e alla nuora e morì l’8 maggio 1980, a 86 anni.
Per molti anni visse lì anche la sorella di Vernon, Delta

Elvis fece costruire un recinto in pietra rosa dell’Alabama dividendo la statale che si trova di fronte la casa, nella parte est ed arriva quasi alla fine della proprietà. A questo punto, inizia un alto recinto in legno che circonda la parte restante della proprietà.

L’entrata alla proprietà, all’angolo nord-est, è caratterizzato da due colonne in mattoni frontali alla strada, a cui è agganciato il cancello in ferro battuto con decorazioni di note musicali e un chitarrista che Elvis stesso fece costruire nel 1957.




Nel 1971, a destra di una delle colonne dell’ampio cancello, Elvis fece costruire una guardiola in mattoni.

Foto di alcuni fans con lo zio di Elvis, Travis Presley, addetto alla guardiola



Il testimone del guardiano passò da Travis a Vester Presley e questa è una targa in segno di gratitudine, appesa alla colonna davanti alla guardiola - Gennaio 2010



La guardiola ieri ed oggi



Tra il 1964 e il 1965, Elvis fece costruire il Meditation Garden con lo scopo di avere un luogo dove isolarsi e entrare in contemplazione, ripercorrendo in parte quello che era il luogo da lui tanto amato Self Realisation Fellowship, che spesso visitava nel periodo Hollywoodiano.
Nel Meditation Garden oggi, oltre ad Elvis, sono sepolti anche i suoi genitori Gladys e Vernon, e la madre di quest’ultimo Minnie Mae.
Una piccola lapide ricorda anche il fratello gemello di Elvis Jesse Garon, nato morto e sepolto 42 anni prima in una scatola, in un luogo anonimo del cimitero di Memphis. Le ricerche del luogo di sepoltura di Jesse Garon, dopo 42 anni, furono vane e nemmeno Vernon riuscì a ricordare il posto esatto.

Nel Febbraio e Ottobre 1976, la Jungle Room venne convertita in studio di registrazione, dove Elvis Presley registrò alcune canzoni dei suoi due ultimi albums , From Elvis Presley Boulevard, Memphis, Tennessee and Moody Blue

Già dal 1978 il pubblico poteva avere accesso al Meditation Garden e finalmente il 7 giugno del 1982 anche Graceland venne aperta al pubblico e così si rese necessario mettere una segnaletica di stop, all’uscita dalla proprietà onde permettere allo shuttle che porta i visitatori all’interno, di avviarsi sull’Elvis Presley Blvd, per raggiungere la stazione degli shuttle che si trova in Graceland Plaza

Ultima Modifica di hurt : 31-05-2010 12:32
Rispondi Citando
  #76  
Vecchio 31-05-2010, 16:03
L'avatar di  Lisa
Lisa Lisa Non in Linea
Amministratrice
Site Admin
 
Data Registrazione: 10 2004
Locazione: italia
Messaggi: 11.472
Predefinito Re: Memphis...

Ricordo quando mi capitò di leggere, tanti anni fa, che Graceland era una chiesa sconsacrata...
Era un altro modo per voler far girare voci strane su Elvis, cercando di mettere in risalto le sue stranezze.
Già prima che Elvis la comprasse, i vecchi proprietari avevano una spesa di $1.000 dollari al mese per poterla mantenere in ordine: a quei tempi era una bella cifra! Si sa che con il tempo, dopo l'insediamento di Elvis, la cifra salì notevolmente. Questo ci fa capire che, se non ci fosse stata l'idea di aprire Graceland al pubblico, usufruendo delle entrate che arrivano dai visitatori, sarebbe andato tutto perso.
L'apertura al pubblico è stata l'idea geniale che rende ancora possibile ai fans di Elvis poter visitare il luogo più importante per la sua vita.

LISA
__________________
Grazie Elvis Official Fan Club
Officially Recognized by Elvis Presley Enterprises, Inc.

www.ShopElvis.it
Il negozio online del nostro Fan Club!

Unisciti a noi anche su Facebook!!!
http://www.facebook.com/pages/Grazie...2474753?v=wall


Rispondi Citando
  #77  
Vecchio 31-05-2010, 17:04
marianna marianna Non in Linea
Elvis Super Fans
| over 300 |
 
Data Registrazione: 05 2009
Messaggi: 811
Predefinito Re: Memphis...

hurt mi sento di doverti ringraziare perchè quando ho aperto questo topic non pensavo sinceramente che sarebbe stato così importante per farmi conoscere ancora piu' cose riguardo la vita di elvis....queste ultime notizie che hai postato su graceland sono favolose...sapevo ben poco sulla storia di quella casa..è davvero tutto molto interessante!! grazie per l'ottimo contributo e credo di parlare a nome di tutti...
Rispondi Citando
  #78  
Vecchio 31-05-2010, 19:15
johnny99 johnny99 Non in Linea
Elvis Super Fans
| over 300 |
 
Data Registrazione: 01 2009
Locazione: san marco la catola
Messaggi: 686
Predefinito Re: Memphis...

Quote:
marianna Visualizza Messaggio
hurt mi sento di doverti ringraziare perchè quando ho aperto questo topic non pensavo sinceramente che sarebbe stato così importante per farmi conoscere ancora piu' cose riguardo la vita di elvis....queste ultime notizie che hai postato su graceland sono favolose...sapevo ben poco sulla storia di quella casa..è davvero tutto molto interessante!! grazie per l'ottimo contributo e credo di parlare a nome di tutti...
Si,è vero,Hurt oltre ad essere un'inviata speciale,è una miniera di notizie....grazie Nicoletta anche da parte mia!
Rispondi Citando
  #79  
Vecchio 01-06-2010, 13:10
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Memphis...

Quote:
johnny99 Visualizza Messaggio
Si,è vero,Hurt oltre ad essere un'inviata speciale,è una miniera di notizie....grazie Nicoletta anche da parte mia!
Quote:
marianna Visualizza Messaggio
hurt mi sento di doverti ringraziare perchè quando ho aperto questo topic non pensavo sinceramente che sarebbe stato così importante per farmi conoscere ancora piu' cose riguardo la vita di elvis....queste ultime notizie che hai postato su graceland sono favolose...sapevo ben poco sulla storia di quella casa..è davvero tutto molto interessante!! grazie per l'ottimo contributo e credo di parlare a nome di tutti...
Grazie a voi per aver apprezzato.
Da parte mia ritengo sempre importante sapere e capire cosa c'è dietro una facciata e questa è un'esigenza che ho sentito in modo particolare per tutto ciò che riguarda Elvis Presley

Quote:
johnny99 Visualizza Messaggio
.grazie Nicoletta anche da parte mia!
Johnny, non mi chiamo Nicoletta, ma va bene lo stesso !!!! Quello che conta è la sostanza non il nome
Rispondi Citando
  #80  
Vecchio 01-06-2010, 13:14
tania tania Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 09 2006
Locazione: milano
Messaggi: 2.329
Predefinito Re: Memphis...

Quote:
hurt Visualizza Messaggio

Già dal 1978 il pubblico poteva avere accesso al Meditation Garden e finalmente il 7 giugno del 1982 anche Graceland venne aperta al pubblico e così si rese necessario mettere una segnaletica di stop, all’uscita dalla proprietà onde permettere allo shuttle che porta i visitatori all’interno, di avviarsi sull’Elvis Presley Blvd, per raggiungere la stazione degli shuttle che si trova in Graceland Plaza
...il 7 giugno è nato Tullio.......
Rispondi Citando
Rispondi

Bookmarks

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum

Discussioni simili
Discussione Ha Iniziato questa Discussione Forum Repliche Ultimo Messaggio
Il Grazielvis a Memphis! polomb Tutto Elvis 27 14-10-2007 19:06
DVD - Beyond Elvis Memphis Lisa News 1 07-09-2007 11:33
memphis cafè guitarman Tutto Elvis 17 14-09-2006 10:11
CD - Hello Memphis Lisa News 0 27-05-2006 13:00
VIAGGIO A MEMPHIS stanyelvis Tutto Elvis 8 05-05-2006 16:51


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12:52.


Powered by keyBoard versione 3.8.5
Copyright ©2000 - 2024, Assiplan.italia!