GE Elvis Presley  
 

Vai Indietro   Grazie Elvis Forum > Elvis Presley > Elvis dopo Elvis

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
  #1  
Vecchio 17-08-2007, 07:47
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Musica: In Migliaia a Memphis Alla Tomba Di Elvis Presley

Memphis, 16 ago. - (Adnkronos) - Migliaia di fan di Elvis Presley sono andati in pellegrinaggio a Graceland, la casa dell'artista trasformata in un museo, per far visita alla tomba del leggendario "Re del Rock'n'roll'' e onorare la sua memoria nel trentesimo anniversario della morte. Centinaia di persone si sono riunite gia' dalla mattina, sfidando la temperatura di oltre 40 gradi, per essere tra i primi ad arrivare con le candele accese davanti alla tomba del loro idolo, in un piccolo giardino vicino Graceland.
In vista delle alte temperature, durante la notte, quando e' iniziato il pellegrinaggio con le candele, un ospedale locale ha messo a disposizione dei partecipanti delle bottiglie d'acqua per evitare colpi di calore.
Elvis Presley inizio' la sua carriera nel 1954 e mori' il 16 agosto del 1977, a 42 anni, a causa di un attacco cardiaco. A Memphis si prevede l'arrivo, in settimana, di circa 75mila fan.
Rispondi Citando
  #2  
Vecchio 17-08-2007, 08:06
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Da Format TV vista da dentro

Chicche Tv: Elvis Presley alla Cbs poche settimane prima di morire

Pubblicato da Ernesto Siciliano


"Chicche televisive" è una nuova rubrica che mostra ,direttamente sul blog "Format-la tv vista da dentro", i filmati rari, inediti e curiosi del piccolo schermo.
Ad agosto avrà cadenza quotidiana, anche per risparmiarmi il lavoro di stesura dei testi del blog e per consentirmi di andare in vacanza per un po’!
Proseguirà con frequenza settimanale fissa nel resto dell’anno. Non perdetela!
I filmati che ho individuato in rete e che saranno visibili su queste pagine -ripeto, tutti i giorni, perché Format prosegue le sue pubblicazioni regolarmente tutta l’estate, ferragosto compreso- sono davvero preziosi e spesso sorprendenti!








Generosissimo con il pubblico a lui contemporaneo e postumo, magnanimo con la figlia e sua unica erede Lisa Marie, che a Natale 2004 lo ha ha ringraziato vendendo tutto l'enorme patrimonio ricevuto, Elvis Presley non è mai stato altrettanto prodigo con sè stesso. E' morto poco più che quarantenne nel 1977 imbottito di psicofarmaci e droghe di ogni genere. Secondo una biografia attendibile, avrebbe consumato negli ultimi due anni e mezzo di vita 19 mila pasticche di anfetamine e tranquillanti assortiti! L'uso di droghe e di psicofarmaci è cominciato per lui ,molto probabilmente, già nei primi anni di carriera.

Lo dimostra il primo di questi video, del 1956, in cui non appare perfettamente lucido nel corso di un' intervista rilasciata al noto presentatore Wink Martindale.

Il secondo è un documento straordinario della CBS: è il backstage di un concerto in compagnia di una sua piccola fan, datato giugno 1977, poche settimane prima di morire. Appare gonfio e intontito: il 16 agosto, sarà stroncato dall'abuso di droghe di ogni genere. La notizia della sua scomparsa è data nel terzo video, estratto dal Tg della WMC Tv Menphis, del Gruppo NBC.
Rispondi Citando
  #3  
Vecchio 17-08-2007, 08:12
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Da Musica.tiscali

30 anni dalla morte Tra business e leggenda, rivive il mito di Elvis Presley



</IMG>Elvis Presley durante un concerto del 1973


Un anniversario a suon di rock e di dollari. La leggenda di Elvis Presley, trent'anni dopo la sua scomparsa, è ancora una miniera d'oro in gadget, cd, festival, tributi e diritti d'autore. Secondo la rivista Forbes, nella particolare classifica delle star defunte che fanno fare lauti affari agli eredi, The King guadagna la seconda piazza dopo il leader dei Nirvana Kurt Kobain, con una stima di 42 milioni di dollari guadagnati tra il 2005 e il 2006.

Granceland la sua ultima residenza: 600mila visitatori l'anno - Qui sono entrate nel vivo le celebrazioni ufficiali della 'Elvis Week' (la settimana di Elvis) con la veglia a lume di candela di 50 mila fan sulla tomba di Presley. Un rito che si ripete ogni anno, ma questa è stata "la miglior Settimana di Elvis che abbiamo mai avuto", ha dichiarato Todd Morgan, portavoce della Elvis Presley Enterprises, che ne ha dichiarato Todd Morgan, portavoce della Elvis Presley Enterprises, che ne gestisce i diritti e organizza il calendario di eventi.

Tributi sono stati organizzati in tutto il mondo - In Germania, dove Presley fece il servizio militare nel 1958 come autista di jeep dell'esercito, un'associazione di fan organizza ogni anno un festival con imitatori dall'immancabile ciuffo brillantinato, che attira diecimila visitatori. "Elvis, trent'anni dopo sempre nei cuori dei fans", scrivono i siti italiani dedicati alla leggenda del rock, che, come nel caso di 'grazielvis.it' dedicano la home page al trentesimo anniversario dalla scomparsa del re di Memphis.
Altri appassionati si sono dati appuntamento per la mostra "Elvis è vivo-remember the King", a Bassano del Grappa fino al 19 agosto. Il business coinvolge non solo chi vuole ascoltarne ancora la voce calda o piangere sulla sua tomba.

Il conocorso dei sosia - C'e' una larga fetta di mercato composta da chi vuole essere come lui, sentirsi 'The King' almeno per quindici minuti nella vita. A Memphis, Images of the King, un concorso musicale dedicato agli 'impersonator' (gli interpreti), gestito dai coniugi Bobbie e Micheal Hoover è un fenomeno che va avanti da 21 anni. Le finali dell'edizione 2007 sono previste il 17 e il 18 agosto, con tanti finti-Elvis provenienti da Canada, Stati Uniti, Regno Unito e perfino giapponesi con gli occhi a mandorla. Fiutato l'affare, la Elvis Presley Enterprise, dopo aver snobbato a lungo gli 'interpreti', starebbe ora pensando di far a pagare i diritti d'autore a chi impersona Elvis, prima di salire sul palco e imbracciare una chitarra per cantare "Love me Tender".

Si scommette che sia ancora vivo - Ancora oggi c'è chi giura di averlo visto, ingrassato e senza il ciuffo ribelle, nella metropolitana di Parigi o in giro per Buenos Aires. William Hill continua ad accettare scommesse, quota 200 contro uno, sulla sua ricomparsa in pubblico. "Il ritorno di Elvis è ormai una leggenda metropolitana che solo la prova del DNA potrebbe confermare come realtà - ha dichiarato un portavoce del bookmaker - offriamo la stessa quota, 200, per la prova dell'esistenza del mostro di Loch Ness o per una forma di vita extraterrestre".
Rispondi Citando
  #4  
Vecchio 17-08-2007, 08:17
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Da Repubblica.it

SPETTACOLI & CULTURA

Appuntamenti speciali a Memphis per la "Elvis Week" e tutto esaurito per i concerti virtuali dell'artista scomparso trent'anni fa. Ma ancora in molti non credono alla sua morte

Pellegrinaggio a Graceland - si celebra la leggenda di Presley

di RITA CELI



E' STATA una lunga notte a Graceland. In migliaia hanno vegliato davanti ai cancelli aspettando l'apertura di quella che è stata l'ultima residenza di Elvis Presley, per essere tra i primi a piangere sulla tomba dove riposa in pace da trent'anni. Con una candela, un fiore o cantando una canzone, i fan hanno atteso per ore l'apertura della villa a Memphis, che in questa settimana ospita la Elvis Week. Un appuntamento che si ripete ogni estate, ma che quest'anno prevede iniziative speciali in occasione del trentennale. E l'America è invasa da riedizioni di dvd e cd con film e concerti dell'artista.

A Graceland, trasformata in un santuario dedicato alla leggenda del rock, il pellegrinaggio non ha mai fine, anche se è particolarmente intenso in questa ricorrenza, così come accade per il suo compleanno, l'8 gennaio (sul sito ufficiale di Elvis c'è già il programma e sono in vendita i biglietti per le prossime celebrazioni dal 5 all'8 gennaio 200. E così il mito riprende vigore, facendo tornare alla mente le movenze, il ritmo e i successi di Elvis, indimenticato artista che cambiò radicalmente la storia della musica e non solo.


Elvis come Marilyn o Jfk. Come era già accaduto per Marilyn Monroe o John Fitzgerald Kennedy, la scomparsa prematura innescò non solo una serie di teorie cospirative, ma anche un'eredità che dura ancora oggi. Quando fu trovato riverso sul pavimento del bagno a Graceland, quel 16 agosto 1977, Elvis era ormai grasso e sfigurato. Trasportato al Baptist Memorial Hospital, fu dichiarato morto nelle ore successive. La causa ufficiale era un attacco cardiaco, ma il decesso era l'esito di anni di declino: pillole antidepressive, droghe, cibi spazzatura. A 42 anni sembrava solo una pallida copia del giovane re del rock'n'roll che aveva fatto impazzire il mondo negli anni 50 e 60. Il giorno dopo la morte avrebbe dovuto tornare sul palco, per un concerto in Maine, ma nessuno può dire se ce l'avrebbe fatta.

"Elvis non è morto..." Non è morto e vive sotto mentite spoglie in qualche angolo del mondo. Nel corso degli anni Elvis è stato avvistato negli Usa, mentre acquistava una lattina di birra in un supermercato del Texas, a bordo di un'automobile in una strada di Seattle e mentre camminava in una cittadina dell'Illinois, ma anche in Europa, nel ristorante di un città tedesca. Il mito di Elvis è anche questo. A riaprire il caso è la versione latinoamericana della rivista Rolling Stone dove si legge che Elvis non è morto, ma sarebbe il protagonista di uno dei piani per la protezione di testimoni più elaborato di tutti i tempi.

"...e vive in Argentina". Il magazine racconta che dopo la morte ufficiale, un uomo molto somigliante a Presley, chiamato John Burrows, pseudonimo usato spesso dall'artista, fu notato mentre acquistava un biglietto aereo per Buenos Aires. Fu proprio in quella circostanza che Presley incontrò in segreto il presidente degli Usa Richard Nixon, informandolo a riguardo della condotta illegale di altre celebrità dell'epoca e offrendo i propri servigi nella lotta contro la droga. Elvis fu quindi "fatto sparire" per salvargli la vita, e venne trasferito - questa la novità mai evocata prima - in Argentina, "in una zona ad ovest nella provincia di Buenos Aires", dove risiederebbe da allora con una nuova identità.


Graceland, santuario del re del r'n'r. Graceland, la villa coloniale comprata da Presley nel 1957, da quando è stata aperta al pubblico nel 1982 è un'attrazione da 600 mila visitatori l'anno e un biglietto d'ingresso che va dai 25 ai 68 dollari. La Ckx di Manhattan, società che dal 2005 controlla Graceland e tutti i proventi legati a Elvis, ha in serbo progetti che puntano a farne un'icona anche per le prossime generazioni, in modo da evitare che l'invecchiamento dei fan faccia ingiallire anche il loro idolo. Un progetto da 250 milioni di dollari prevede di realizzare in tre anni a Graceland un "visitor center" da 7.400 metri quadrati, un mega hotel e un museo high tech dove le nuove tecnologie permettano di assistere a concerti virtuali di Elvis.

Tutto esaurito per il concerto virtuale. Giovani o vecchi che siano, i fan non rinunciano a una esibizione di Elvis, anche se virtuale, e si registra il tutto esaurito al concerto in programma nell'ambito della settimana di celebrazioni a Memphis: i promotori hanno dovuto organizzarne un secondo, per far fronte alla richiesta di biglietti.

Scozia, polemiche sugli antenati. Mentre a Graceland si celebra il mito, dall'altra parte dell'Oceano in un gruppo di villaggi scozzesi infuria il dibattito sulle sue origini. Che gli avi di Elvis fossero scozzesi, sembra fuor di dubbio: il cognome Presley è tipico dell'Aberdeenshire (nordest della Scozia). Ma nessuno è d'accordo sull'origine esatta della famiglia. E se per la maggior parte dei paesani è sufficiente celebrare il legame Elvis-Scozia (per il trentennale è stato presentato un Elvis Tartan, una stoffa quadrettata tipica, nei suoi colori preferiti, nero, celeste, rosa e oro), per altri, rivendicare la lontana parentela è un punto d'onore.

Secondo la storia "ufficiale" Andrew Presley sposò Elspeth Leg nel 1713 nella chiesa di Lonmay, nell'Aberdeenshire. Il loro decimo figlio, chiamato Andrew come il padre, imparò il mestiere di fabbro, e se ne andò in America. Da lui discese Elvis Aaron Presley, che avrebbe cambiato la musica mondiale. Tutte balle, dice Jack Pressley (con due esse), 91 anni, residente della vicina Fraserburgh: "Loro pensano all'Andrew sbagliato" dice, tirando fuori un lungo albero genealogico. "Fu un nipote di quell'Andrew che andò in America, e non il figlio". Non è d'accordo Allan Morrison, autore del libro The Presley Prophecy, che scoprì le origini scozzesi del musicista anni fa. Su una cosa però sono tutti d'accordo, il turismo locale, in una zona alquanto depressa, dovrebbe sfruttare di più questa "Elvis connection": "Se qui fossimo in America - dice Morrison - ci sarebbero statue dappertutto e orde di turisti. Ma gli scozzesi non sono bravi a fare queste cose".

(16 agosto 2007)
Rispondi Citando
  #5  
Vecchio 17-08-2007, 08:25
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Da Alice.it

USA/ ELVIS, 30 ANNI DA MORTE: BOOM DI PRESENZE E AFFARI

Memphis e la sua città natale invase dai fan per l'anniversario

Memphis, 16 ago. (Ap-Apcom) - Elvis Presley non ha mai smesso di generare profitti, anche dall'oltretomba. E il trentennale della sua morte (il Re del rock'n roll è scompasro il 16 agosto del 1977) è un'occasione speciale non solo per i suoi fan: Memphis e Tupelo, la cittadina del Mississipi a 175 chilometri di distanza dove era nato nel 1935, registrano un boom di presenze senza precedenti. Decine di migliaia di persone che spenderanno milioni di dollari tra alberghi, pasti, benzina, magliette, dischi e ogni genere di gadget legato al mito.
La mania per Elvis è un fenomeno sociologico che non ha limiti generazionali o geografici. Lillian Dunk, una casalinga inglese di 65 anni, racconta che dal 1997 ogni anno trascorre le sue vacanze a Tupelo assieme al marito per soddisfare la sua Presley-dipendenza: prevede di spendere 8.000 dollari, nei suoi giorni in Tennesse.
Non esistono cifre ufficiali precise ma è chiaro che l'impatto del turismo per Elvis costituisca una spinta per l'economia locale. Dick Guydon, direttore esecutivo della Elvis Presley Memorial Fundation di Tupelo, ha stimato che i fan spenderanno centinaia di migliaia di dollari in alberghi e negozi della zona in questa settimana, la più trafficata dell'anno per il turismo.
Ma è Memphis è la città che registra gli incassi maggiori. Lo scorso anno la vicina località di Graceland, dove si trova la villa in cui Elvis ha vissuto fino alla sua morte - e dove è sepolto insieme ai suoi genitori - ha raccolto 27 milioni di dollari.
La società che controlla la maggior parte delle attività legate al nome di Elvis (la Ckx, con sede a New York) registra un giro d'affari di 40 milioni di dollari all'anno. Nel 2006, il 're' si è piazzato al secondo posto per gli incassi di chi non può più fare nuovi dischi. Prima di lui solo Kurt Cobain, l'ex leader dei Nirvana morto qualche lustro dopo.


FAN DA TUTTO IL MONDO PER COMMEMORARE ELVIS A 30 ANNI DALLA MORTE

Ieri sera in migliaia a processione davanti cancelli di Graceland


New York, 16 ago. (Ap) - Stanno arrivando da tutto il mondo i fan di Elvis Presley per commemorare a Memphis il trentesimo anniversario della morte del 'King of Rock 'n' Roll', avvenuta il 16 agosto del 1977.
Ieri sera migliaia di persone hanno partecipato alla tradizionale processione davanti ai cancelli di Graceland, la villa dove il cantante morì a 42 anni.
Ieri, un'ondata di caldo torrido e umido ha avvolto la città del Tennessee con il termometro che ha toccato i 44 gradi. Una fan sessantasettenne di Elvis è deceduta a causa di un colpo di calore.

30 ANNI DA MORTE ELVIS, FOLLA E GRAN CALDO A GRACELAND IN USA

Migliaia di persone alla veglia. E più di 40 gradi


New York, 15 ago. (Ap) - Grande folla e gran caldo a Memphis per il trentesimo anniversario della morte di Elvis Presley. Sono già parecchie migliaia le persone radunate davanti ai cancelli Graceland, la villa dove il cantante morì il 16 agosto del 1977 a 42 anni, in attesa della tradizionale veglia: una lunga e lenta processione con le candele accese dalla fiamma che arde sulla tomba di Elvis. A segnare la ricorrenza è però un'ondata di caldo torrido e umido. La temperatura a Memphis si aggira sui 40 gradi, con punte previste di 44.

USA/ DA TUTTO IL MONDO PER COMMEMORARE ELVIS A 30 ANNI DA MORTE

Ieri sera in migliaia a processione davanti cancelli di Graceland

New York, 16 ago. (Ap) - Stanno arrivando da tutto il mondo i fan di Elvis Presley per commemorare a Memphis il trentesimo anniversario della morte del 'King of Rock 'n' Roll', avvenuta il 16 agosto del 1977. Ieri sera, migliaia di persone hanno partecipato alla tradizionale processione davanti ai cancelli di Graceland, la villa dove il cantante morì a 42 anni. Ieri, un'ondata di caldo torrido e umido ha avvolto la città del Tennessee con il termometro che ha toccato i 44 gradi. Una fan sessantasettenne di Elvis è deceduta a causa di un colpo di calore.
Rispondi Citando
  #6  
Vecchio 17-08-2007, 08:31
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Da Corriere della Sera - Milano

Settimana di celebrazioni a Memphis dedicata al re del rock 'n' roll

La veglia per Elvis a 30 anni dalla scomparsa.

Il 16 agosto 1977 la morte di Presley. Pellegrinaggio dei fan, eventi e concerti a Graceland per il cantante diventato leggenda



Fan di Elvis alla veglia a lume di candela (Afp)

MEMPHIS - La settimana dedicata alla celebrazione dei 30 anni dalla scomparsa di Elvis Presley ha avuto il suo culmine con la veglia della vigilia la notte scorsa. Decine di migliaia di persone, camdele in mano, hanno sfilato davanti alla tomba di Elvis tra ieri notte e stamani. La veglia a lume di candela è iniziata all'insegna delle temperature torride, con la colonnina di mercurio che segnava 38 gradi già nel pomeriggio. Numerosi gli interventi di soccorso dei fan da parte del servizio sanitario. E' stato il momento più suggestivo nel pellegrinaggio dei fan a Graceland, la casa del re del rock 'n' roll diventata una sorta di santuario laico, con tanto di mercato delle reliquie sotto forma di gadget, Tshirt e oggettistica varia. E' un pedaggio che, una volta lì, in pochi si rifiutano di pagare. Normalmente sono circa 600mila ogni anno i visitatori. Ma questa volta la cifra è destinata a salire di molto, con i visitatori attratti da concerti virtuali di Elvis, esibizioni di tribute band e una serie di iniziative che questa settimana si svolgono nella capitale del Tennessee.

Elvis Presley


ANCORA SUCCESSI - A trent'anni dal 16 agosto del 1977, Elvis è del resto ancora re del mercato. Tanto che Forbes indica Elvis come secondo rocker deceduto (dietro al leader dei Nirvana Kurt Cobain) che procura più incassi dalle royalties: circa 42 milioni di dollari fra 2005 e 2006. Ma l'uso commerciale del ricordo di Elvis è soltanto una faccia della medaglia, che siste perchè l'altra è fatta di vero amore per il mito musicale (e sociale) di Presley.

EVENTI - «E' la miglior Settimana di Elvis che abbiamo mai avuto» ha detto Todd Morgan, portavoce della Elvis Presley Enterprises, azienda di Memphis che gestisce le sue proprietà e ha organizzato il calendario degli eventi che ruota principalmente intorno all'Elvis Expo, al centro convegni di Memphis, con le esibizioni di membri della sua TCB Band e dell'ex moglie Priscilla.

LEGGENDE - Il colonnello Tom Parker, che fu manager attento di Presley, l'aveva previsto dopo la sua morte: la leggenda sarebbe sopravvissuta. «Elvis non è morto. E' morto il corpo. Questo non cambia nulla», aveva detto 30 anni fa Parker. E infatti qualcuno, ancora oggi, non crede che sia morto davvero. Anzi, afferma che «Elvis è vivo» ed espone tesi e presunte prove di avvistamenti. Leggende, ovviamente. Ma per i suoi fan di sicuro suggestive.

16 agosto 2007
Rispondi Citando
  #7  
Vecchio 17-08-2007, 15:47
L'avatar di  bohemianrhapsody
bohemianrhapsody bohemianrhapsody Non in Linea
Elvis Super Fans
| over 300 |
 
Data Registrazione: 04 2007
Messaggi: 668
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Da Gazzetta del Sud, 17/08/07.

Il mito americano di Elvis Presley

Come lo fu per Marthin Luther King o JFK Kennedy, Marilyn Monroe o John Lennon, la morte precoce è senz'altro uno degli elementi che porta una persona alla dimensione di Mito. Ma a trent'anni dalla morte, nel mito che accompagna Elvis Presley c'è qualcosa in più. Altrimenti è impossibile spiegare per quale motivo almeno cinquantamila persone abbiano sentito in questi giorni i 40 e passa gradi di Memphis pur di rendergli omaggio.
Volevano essere presenti là dove è morto, trent'anni dopo. Elvis the Pelvis cessò fisicamente di vivere il 16 luglio 1977(sic). Attacco cardiaco dovuto all'uso di droghe e alcool. Da quel giorno lui, che era già leggenda, è diventato mito, e Graceland, in Tennessee, è diventata per gli americani (e non solo) una sorta di "Mecca del Rock" dove da anni migliaia di persone si recano. Per nostalgia, gratitudine, affetto. Perchè?
Lo hanno fatto in sessantamila nell'ultima settimana, e a migliaia soprattutto ieri, giorno dell'anniversario. In un caldo rovente si sono messi in fila, spesso con una candela in mano, per mettere un fiore, per dedicargli un pensiero, per lasciargli un messaggio sulla tomba. Perchè? Perchè la sua casa-museo di Memphis è la più conosciuta d'America dopo la Casa Bianca? Perchè l'emozione collettiva che ancora accompagna Elvis Presley è ancora così impressionante? Non è spiegabile solo con il fatto che Elvis morì presto. La risposta può essere nell'interpretazione che altri grandi hanno dato di lui. Perchè <<prima di lui non esisteva niente>> aveva detto a suo tempo John Lennon. Perchè Elvis fu, cioè, il primo a "rompere" col passato, il primo a liberare col suo rock, con quei suoi movimenti sensuali del bacino e con quella sua voce profonda un sentimento che - evidentemente - era dento migliaia di persone e che non riguardava solo la musica. Riguardava un modo di stare al mondo. Quel "modo", quel "sentimento", dopo di lui è sfociato nella musica dei Beatles e nel successivo, rivoluzionario Sessantotto.
<<Elvis è stato la più grande forza culturale del XX secolo>> aveva detto di lui a suo tempo il compositore americano Leonard Bernstein. <<Perchè ha messo il 'beat' in tutto: nella musica, nel linguaggio, nei vestiti. Una rivoluzione>>. Elvis ha anticipato tutto ciò. Partendo dal soul, dal blues e dalla musica country, le ha miscelate e ha creato un nuovo genere, il Rock.
In occasione del trentesimo anniversario della morte di Elvis Presley, Raidue ha realizzato uno speciale dal titolo "Elvis il mito, vita, morte e miracoli di un re", in onda stasera alle 23:10. La struttura del programma è costituita da materiale di repertorio e interviste tratte dall'Ed Sullivan Show ma non mancheranno le testimonianze, fra cui quelle di Bono degli U2, Bob Dylan, Keith Richards.
Rispondi Citando
  #8  
Vecchio 27-12-2007, 11:08
L'avatar di  Lisa
Lisa Lisa Non in Linea
Amministratrice
Site Admin
 
Data Registrazione: 10 2004
Locazione: italia
Messaggi: 11.472
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario




LISA
__________________
Grazie Elvis Official Fan Club
Officially Recognized by Elvis Presley Enterprises, Inc.

www.ShopElvis.it
Il negozio online del nostro Fan Club!

Unisciti a noi anche su Facebook!!!
http://www.facebook.com/pages/Grazie...2474753?v=wall


Rispondi Citando
  #9  
Vecchio 27-12-2007, 12:41
hurt hurt Non in Linea
Elvis Golden Fans
 
Data Registrazione: 03 2006
Locazione: a casa mia
Messaggi: 12.666
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Cara Barbara Della Libera, complimenti per questo articolo che, visto che ci è sfuggito lo scorso agosto 2007, ci avrebbe permesso di arrabbiarci meno per tutte le bestialità che, invece, sono state scritte da tanti altri giornalisti italiani!!!!

Hai centrato appieno i veri problemi di Elvis Presley: un uomo buono e nello stesso tempo ingenuo quanto un bambino, che ha lavorato tanto.
Questi sono gli elementi che lo hanno portato al non volersi abbastanza bene e morirne!!!!!!!!!!!!

Brava Barbara!!!!! Sarebbe bellissimo tu potessi far parte di questo forum!!!
Rispondi Citando
  #10  
Vecchio 05-01-2008, 12:54
L'avatar di  Lisa
Lisa Lisa Non in Linea
Amministratrice
Site Admin
 
Data Registrazione: 10 2004
Locazione: italia
Messaggi: 11.472
Predefinito Re: Articoli X Commemorazione 30° Anniversario

Sono d'accordo con voi. Tra tutti gli articoli in cui è stata fatta una panoramica sulla vita di Elvis, questo mi sembra il migliore.
Chissà se la giornalista ha fatto un giretto sul nostro forum prima di scrivere l'articolo?!!


LISA
__________________
Grazie Elvis Official Fan Club
Officially Recognized by Elvis Presley Enterprises, Inc.

www.ShopElvis.it
Il negozio online del nostro Fan Club!

Unisciti a noi anche su Facebook!!!
http://www.facebook.com/pages/Grazie...2474753?v=wall


Rispondi Citando
Rispondi

Bookmarks

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum

Discussioni simili
Discussione Ha Iniziato questa Discussione Forum Repliche Ultimo Messaggio
Articoli hurt Materiale dai Fans 913 12-11-2010 11:11
Nuovi articoli su ShopElvis.it Lisa News Shopelvis Italia 2 21-06-2010 18:42
HOLLYWOOD - Nuovi articoli Lisa News Shopelvis Italia 0 24-03-2008 16:52
Commemorazione 68 Comeback Special Lisa News 1 13-03-2008 23:58
Articoli In Pre-ordinazione Lisa Assistenza ShopElvis 0 04-03-2008 17:40


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 09:43.


Powered by keyBoard versione 3.8.5
Copyright ©2000 - 2024, Assiplan.italia!